Home NOTIZIE ATTUALITÀ Roma, stanziati 4,3 milioni per case e centri antiviolenza donne

Roma, stanziati 4,3 milioni per case e centri antiviolenza donne

PALAZZO DEI CONSERVATORI PRESSO PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO MUSEI CAPITOLINI

Sostenere case rifugio e centri antiviolenza (nei municipi 1° e 3°) in favore delle donne vittime di violenza e dei loro figli minori. Il Comune di Roma, per riuscire nell’intento, ha stanziato 4,3 milioni di euro e al tempo stesso modificato il bando, che ora permette la gestione delle strutture per 5 anni, e non più per soli 2 anni più due.

Il bando e lo stanziamento dei fondi, spiega agli esiti del voto l’assessora capitolina alle Pari Opportunità e Attività Produttive Monica Lucarelli, “ci permetterà di programmare nuove strategie e dare maggiore impulso a un settore per troppo tempo messo in secondo piano. Investire sui percorsi di aiuto e avere una visione a lungo raggio permetterà anche alle associazioni di avere una programmazione più capillare ad ampio spettro”.

La novità introdotto di affidare la gestione per 5 anni, inoltre, permetterà “alle figure professionali che seguono le donne vittime di violenza avranno anche la possibilità di investire sul miglioramento dell’offerta per rendere Roma una città sempre più inclusiva e a misura di donna. Voglio ringraziare l’Aula e le Commissioni che hanno lavorato per portare a compimento lo stanziamento di questi fondi”, spiega Lucarelli.

La presidente della commissione Capitolina, la consigliera di Sinistra civica ecologista Michela Cicculli, ha aggiunto: “Roma si dota di uno strumento strutturale per affrontare un fenomeno che purtroppo è in aumento, ed è strutturale nel tessuto sociale di questa città. Il nostro obiettivo è ora quello di dotarci di ulteriori strumenti che ci consentano di operare nelle scuole e nei luoghi di aggregazione per contrastare il fenomeno della violenza di genere nelle sue origini culturali e sociali”, ha concluso.

G.