Home SPORT CALCIO Roma, Tiago Pinto: “Ecco come ho preso Dybala. Zaniolo? Mai vicino alla...

Roma, Tiago Pinto: “Ecco come ho preso Dybala. Zaniolo? Mai vicino alla cessione”

Mercato finito, stop alle trattative. La Roma supera a pieni voti l’esame campagna acquisti estiva. La società ha messo a disposizione di Mourinho una squadra pronta, forte, che può puntare in alto. Merito dell’ottimo lavoro del general manager Tiago Pinto, intervenuto oggi in conferenza stampa per presentare il nuovo mercato.

“La squadra è più forte e migliore e non ho mai nascosto che l’obiettivo era questo. Ha più soluzioni e qualità – ha detto Pinto. – Non sono d’accordo con l’espressione instant team. La Roma è la quarta squadra più giovane della Serie A, cosa che quando io sono arrivato non era ed è la più giovane delle sette big. All’interno della nostra strategia è stato sempre inserire giovani e creare spazio per loro come Felix, Bove, Darboe, Keramitsis”.

Ha aggiunto il dirigente giallorosso: “Come abbiamo detto dal primo giorno abbiamo bisogno di equilibrio e abbiamo bisogno di giocatori esperti e con qualità, non solo di scommesse come per Tammy, Svilar e Celik. Detto questo, siamo riusciti a far diventare la squadra più forte, ma secondo me il nostro valore più grande è l’allenatore e la sua leadership che ha fatto diventare giovani buoni in grandi giocatori, ha fatto un processo importante di crescita con i giovani. Ci aspettiamo meglio della stagione scorsa. Mai parlare di scudetto, non perché ci vogliamo nascondere ma perché non bisogna parlare prima, faccio fatica a pensare a maggio quando siamo a settembre”.

Pinto ha poi chiarito la situazione di Zaniolo, che in molti davano come possibile partente nel corso dell’estate. Ipotesi smentita dal portoghese: “Zaniolo non è mai stato vicino alla partenza e oggi è finito il mercato. L’anno scorso per lui era una stagione di ripresa da due anni molto difficili per infortuni. Questa stagione sta ancora meglio, non è mai stato un problema, Zaniolo ha aiutato molto la squadra e ora deve recuperare per l’infortunio, sta bene, è felice ed è giovane. 30 minuti fa ho chiamato Vigorelli e gli ho detto che dobbiamo cominciare a programmare i nostri meeting perché sennò poi non è possibile alimentare pagine di giornali sulla situazione di Zaniolo”.

Sul rinnovo di contratto con la Roma: “Io sono felice qui. Per venire qui ho lasciato il mio amore della vita che è il Benfica. Quello che mi muove sono delle idee e le persone con cui lavoro perché ho una empatia con la società e l’allenatore. Oggi il mio rapporto con la società è quello che mi muove. Il prossimo direttore sportivo avrà un lavoro semplice, è così perché per il lavoro che farà la Roma ci sarà sicuramente più flessibilità sul mercato. Sul mio contratto non hi bisogno di rinnovarlo fino al 2024, sono diverso dai giocatori. Io faccio le mie valutazioni, io sono felice qui”. Infine l’aneddoto sull’acquisto di Dybala: “Mi sono rinchiuso quattro giorni in una camera d’albergo di Torino per portare Paulo alla Roma”, ha concluso Tiago Pinto.

G.