Home NOTIZIE ATTUALITÀ Autostrade A24 e A25, il Consiglio di Stato ha deciso: tornano all’Anas

Autostrade A24 e A25, il Consiglio di Stato ha deciso: tornano all’Anas

STRADE, STRADA, AUTOSTRADA, AUTO, AUTOMOBILI

Nel giro di pochi giorni cambia ancora tutto per le autostrade abruzzesi e laziali A24 e A25: il Consiglio di Stato, infatti, ha riformato l’ordinanza del Tar del Lazio, che per due volte aveva concesso la sospensiva alla decisione del governo, accogliendo il ricorso della concessionaria Strada dei Parchi spa.

Il controllo delle due autostrade passa quindi ancora all’Anas, come aveva già deciso il consiglio dei ministri lo scorso 7 luglio, prima che il Tribunale amministrativo del Lazio concedesse la sospensiva. Ora è il Consiglio di Stato a cambiare di nuovo le carte in tavola, in attesa di un’udienza di merito fissata per il prossimo 25 agosto.

Il controllo dell’A24 e dell’A25 passa quindi di nuovo nelle mani dello Stato, attraverso Anas. Queste le motivazioni che hanno portato alla decisone del Consiglio di Stato: “La delicatezza della fattispecie, che attiene alla tutela della circolazione autostradale ed all’incolumità degli utenti” e la tipologia delle questioni “dove viene in rilievo la problematica della continuità della circolazione, in condizioni di sicurezza e l’esigenza di scongiurare il rischio di cedimenti strutturali delle infrastrutture”.
Il Tar invece, alcuni gironi fa, aveva confermato per la seconda volta una sospensiva, “per assicurare la continuità gestionale e, qualora nel merito avesse ragione lo Stato, per un passaggio di consegne più puntuale e organizzato, e per preservare la solidità di Sdp, del gruppo industriale Toto che la controlla, e dei livelli occupazionali in considerazione dei circa 800 dipendenti”.

G.