Home POLITICA ECONOMIA Bonus televisione, cosa c’è da sapere, come funziona, fondi disponibili

Bonus televisione, cosa c’è da sapere, come funziona, fondi disponibili

LA SALA REGIA DEL TG3 RAI REGIA TELEVISIVA TELEVISIONE TELEGIORNALE INFORMAZIONE

Bonus televisione, cosa dobbiamo sapere? Tantissimi cittadini si domandano come beneficiare del bonus pensato per le tv o per i decoder. Vediamo come funziona il tutto.

Intorno al Bonus tv si era fatta un pò di confusione: ma partiamo da un dato. Ci sono ancora fondi disponibili: ma chi ne ha diritto e come fare?

Bonus tv, chi ha diritto, requisiti, come fare e quando

Il Bonus tv è ancora in corsa: il Mise ha comunicato che sono ancora disponibili i fondi  per cambiare il televisore o acquistare il decoder, facendo così fronte al passaggio al nuovo digitale terrestre.

I cittadini possono farlo fino al 31 dicembre (fino all’esaurimento delle risorse) per accedere a due bonus: il bonus tv e i bonus rottamazione tv.

Bonus tv, quanti fondi e come averli

Secondo le news del Mise , sono circa 4,2 milioni le famiglie che hanno goduto dell’incentivo, per un importo di 263 milioni di euro. Nel totale il ministero ha previsto 314 milioni di euro: ai 257 milioni di euro sono stati aggiunti altri 63 milioni più cinque milioni di euro per il decoder gratuito agli over 70 che ne avessero fatto richiesta.

Dunque restano ancora 55 milioni di euro entro la fine di settembre.

I bonus tvdecoder di 30 euro a favore di nuclei con ISEE sotto 20 mila euro. Per avere il bonus tv-decoder occorre:

  • scaricare il modulo di autodichiarazione sul sito del Mise
  • presentarlo al rivenditore e scegliere un nuovo apparecchio.

La prossima fase ci sarà il 1° gennaio 2023, con lo switch allo standard di trasmissione digitale terrestre di seconda generazione DVB-T2 con codifica HEVC Main 10.