Home SPORT CALCIO Lazio, nodo portiere: Sarri aspetta ancora il vice Maximiano

Lazio, nodo portiere: Sarri aspetta ancora il vice Maximiano

CLAUDIO LOTITO SS LAZIO

Sembrava il colpo più scontato, sta diventando quello più complicato da chiudere. Non è una priorità, ma Sarri aspetta ancora il vice di Maximiano. Il portoghese è arrivato a Roma dopo le difficoltà per Carnesecchi, sta prendendo confidenza con ambiente e lingua, ha giocato tutte le amichevoli fin qui disputate, ma per completare la rosa serve ancora qualcuno che gli copra le spalle.

Il nome forte è ancora quello di Provedel. È il preferito di Sarri, la Lazio sta trattando con lo Spezia da settimane. Sembrava una formalità il suo arrivo, ma la trattativa al momento è bloccata. Questione di cifre: la Lazio offre 2,5 milioni, lo Spezia ne chiede 3. 500mila euro potrebbero far saltare il banco costringendo la Lazio a guardare altrove.

Le alternative non mancano: c’è l’idea Sportiello, con il contratto in scadenza nel 2023 si può strappare all’Atalanta – dove è chiuso da Musso – per una cifra intorno ai 2,5 milioni di euro, la stessa che la Lazio è disposta a sborsare per arrivare al secondo portiere. Rimane viva anche l’ipotesi Silvestri, ma il valore del giocatore in questo caso è leggermente più alto.

L’Udinese lo ha acquistato dal Verona per 3,5 milioni di euro, difficile che se ne privi per una cifra inferiore. C’ un’altra suggestione, è quella di Neto. Il brasiliano si svincolerà dal Barcellona, su di lui hanno messo gli occhi diverse squadre. Anche il Napoli si è fatto avanti per trovare un vice a Meret. Potrebbe inserirsi anche la Lazio: il casting è ancora aperto.