Home NOTIZIE ATTUALITÀ Elettrodomestici, quali consumano di più?

Elettrodomestici, quali consumano di più?

INFLAZIONE SOLDI ECONOMIA FINANZA MONETE EURO GRAFICO

Chiunque sogna di realizzare un risparmio energetico, specie in tempi di crisi economica: ma a fronte dei tanti rincari, una delle poche chance è ridurre i costi degli elettrodomestici o, ancora meglio, iniziare a capire come usarli meglio. In che modo?

Scoprendo quali sono quelli che consumano di più. Ma che modo possiamo risparmiare con gli elettrodomestici? Ecco quali sono i consumi che sarebbe congruo e utile ridurre dalla bolletta e quindi quegli elettrodomestici che consumano di più.

Elettrodomestici cari: quali sono e perché

Esiste una vera e propria classifica degli elettrodomestici che consumano di più. Stando ai dati tecnici, scientifici e alla prova sul ‘campo’ anche indicata da specialisti del settore, al primo posto per consumo c’è la stufetta elettrica.

Dietro vi è il bollitore seguito dall’sciugacapelli. Per molti cittadini, esiste un elettrodomestico che è diventato simbolo dei troppi consumi. Il condizionatore. Ma a dispetto di ciò che sembra, in realtà dati alla mano non è il peggiore, ha solo una pessima nomea: alla fine dei giochi, infatti, non consumare a prescindere troppa energia ma il suo valore negativo in bolletta è basato sulle ore al giorno di accensione.

Quindi più lo si tiene acceso, di giorno o di notte, e più consuma. In verità sui costi in bolletta oltre all’uso degli elettrodomestici sono ai costi delle materie prime a far oscillare verso l’alto i costi complessivi. Per cui cosa possiamo fare noi di contro?

Usarli, appunto, in modo intelligente,magari studiando le fasce orarie di consumo.

Elettrodomestici cari: la lista

In base alla classifica degli elettrodomestici che hanno il consumo orario medio maggiore come detto la più cara delle ‘macchine’ è la stufetta elettrica (0,90€/ora), al poi c’è il bollitore (0,73€/ora), e l’asciugacapelli (0,72€/ora) seguito dalla friggitrice ad aria (0,68€/ora).

A continuare, la piastra per capelli che può arrivare a farci spendere 0,59€ per ogni ora di uso. Vi è in seguito l’asciugatrice (0,53€/ora) e poi, al 7°, il ferro da stiro (0,45€/ora). Questa la lista ad oggi:

  • Stufetta elettrica (0,90€/ora)
  • Bollitore (0,73€/ora)
  • Asciugacapelli (0,72€/ora)
  • Friggitrice ad aria (0,68€/ora)
  • Piastra per capelli (0,59€/ora)
  • Asciugatrice (0,53€/ora)
  • Ferro da stiro (0,45€/ora)
  • Forno elettrico (0,42€/ora)
  • Aspirapolvere (0,36€/ora)
  • Condizionatore (0,32€/ora)
  • Lavatrice (0,14€/ora)
  • Lavastoviglie (0,11€/ora)