Home NOTIZIE POLITICA Auto sulla scalinata di Trinità dei Monti: l’Assemblea Capitolina dice sì ai...

Auto sulla scalinata di Trinità dei Monti: l’Assemblea Capitolina dice sì ai dissuasori

la Maserati sulla scalinata di Trinità dei Monti a maggio 2022

Sì ai dissuasori a Trinità dei Monti. L’Assemblea capitolina ha dato il via libera alle protezioni della scalinata di Piazza di Spagna. Voto unanime alla mozione presentata dalla lista Calenda che impegna sindaco e giunta a realizzare una protezione nella parte superiore della scalinata di Trinità dei Monti. Misure necessarie dopo che anche recentemente qualche automobilista ha imboccato la scorciatoia finendo per rovinare la scalinata più famosa del mondo. Che al volante ci fossero ubriachi o vandali, gli episodi delle auto finite in area vietata si sono susseguiti negli anni. A rimetterci i gradini, danneggiati dall’impatto dei mezzi che rimangono in panne dopo un paio di rampe. Qualcuno ha anche tentato di riprendere la marcia creando ancora più danni, altri sono fuggiti abbandonando la prova del reato.

Gli episodi

E’ il caso del turista saudita di 37 anni che lo scorso maggio in piena notte al volante di una Maserati noleggiata si è dato alla fuga dopo aver danneggiato la scalinata. Altro episodio e altri danni nel 2018 grazie alla Peugeot 206 guidata da un 27enne, risultato positivo all’alcol test, che ha perso il controllo ed è finito sui primi gradini della scalinata. Sempre due ventenni nel 2010 erano finiti sulla scalinata, terminando la corsa alla prima rampa. Nel 2007 un turista aveva imboccato la discesa per piazza di Spagna pensando che la strada proseguisse. Anche in questo caso l’automobilista era ubriaco. Non basteranno i dissuasori per fermare i vandali che anche senza auto decidono di non rispettare uno dei monumenti simbolo della Capitale. Come è successo agli inizi di giugno quando una coppia di turisti americani sono stati ripresi dalle telecamere mentre lanciavano un monopattino sulla scalinata.

Nanni: “S‘intervenga al più presto”

Soddisfatto Dario Nanni consigliere della Lista civica Calenda membro della commissione cultura. “La scalinata più famosa al mondo – ha sottolineato Nanni – non può essere lasciata alla mercé di chi ne vuole fare un percorso da rally causando danni ai gradini e alle altre decorazioni presenti. Ringrazio i consiglieri di tutti i gruppi capitolini che con il voto hanno sostenuto all’unanimità la volontà di tutelare e preservare un patrimonio straordinario della nostra città”.

“Teppisti e ubriachi hanno tentato più volte di prendere con l’auto la scorciatoia per piazza di Spagna. Ora mi auguro che s’intervenga al più presto per realizzare in tempi brevi un arredo urbano conforme alla rilevanza architettonica di quell’area. Affinché – conclude il consigliere di Azione – siano precluse ulteriori bravate e i relativi danni contingenti e che nel contempo serva a tutelare l’immagine della nostra città nella quale non si può pensare che ognuno faccia ciò che vuole danneggiando come in questo caso una della più belle scalinate del mondo”.