Home NOTIZIE CRONACA Falso medico spingeva ragazze all’anoressia: denunciato

Falso medico spingeva ragazze all’anoressia: denunciato

immagine di repertorio

Si fingeva medico e induceva ragazzine minorenni all’anoressia. È stato denunciato un libero professionista residente in centro Italia che su un noto social network, nel giro di mesi aveva adescato decine di giovani ragazze facendo credere loro di essere un medico, fino a spingerle a pratiche pericolose di dimagrimento e autolesionismo.

L’uomo, pur presentandosi come medico, non aveva mai preso la laurea. Il quarantenne, che si definiva coach pro-Ana, è stato denunciato dalla Polizia di Stato. L’indagine “Free Angels” della Polizia Postale di Trieste e Udine con il coordinamento del CNCPO (Centro Nazionale di Coordinamento alla Pedopornografia Online) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma è nata seguito di una segnalazione di una quindicenne.

La giovane era stata ricoverata per disturbi del comportamento alimentare e patologie conseguenti ad atti “anticonservativi”. Dal finto medico aveva ricevuto il consiglio di non consumare più di 500 calorie al giorno, e per lenire il senso di fame le aveva detto di bere molta acqua. Pratiche che hanno portato la giovane fino al ricovero.

A seguito della segnalazione è partita la perquisizione a casa dell’uomo, durante la quale le giovani che il quarantenne aveva adescato continuavano a inviare foto delle pericolose pratiche di dimagrimento a cui le sottoponeva. Non solo: alle giovani chiedeva anche foto pedopornografiche in cambio di regali. Il materiale sequestrato è ora al vaglio della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Trieste e Udine.