Home SPORT CALCIO Roma, Zaniolo: “Se dovessi andar via mi mancherebbero tante persone”

Roma, Zaniolo: “Se dovessi andar via mi mancherebbero tante persone”

L’eventualità è da tenere in considerazione. La permanenza di Zaniolo – legata al rinnovo – non è scontata. Naturale quindi che la testa vada anche lì, all’addio: “Se dovesse succedere, mi mancherebbero tante persone“, ammette l’attaccante della Roma in un’intervista alla Gazzetta dello Sport pubblicata oggi.

Il giovane giallorosso, eroe della notte di Tirana, traccia un bilancio della stagione: “L’obiettivo di quest’anno era non fermarsi, riprendere continuità e tornare ad essere un calciatore. Ho segnato 8 gol, che a qualcuno sembrano pochi, ma era da folli pensare che potessi farne 25-30 dopo due anni senza pallone. E poi, abbiamo regalato ai nostri tifosi un trofeo che mancava da tantissimo. Quindi, è andata benissimo“.

Zaniolo è diviso tra la possibilità di un prolungamento con i giallorossi e l’addio verso altre (grandi) squadre: “L’interesse delle grandi squadre mi fa piacere: se pensano a te vuol dire che vali. E questo no, non mi distrae né mi fa montare la testa. Piuttosto mi alleno ancora più motivato: voglio dimostrare che sia giusto essere accostato a questi top club”.

Sul paragone con Dybala dice: “Mi sembra anche eccessivo essere paragonato a lui. Lui è unico, un giocatore fantastico, fortissimo. Vediamo. La vita è imprevedibile, non si sa mai cosa succede. Io mi alleno. E aspetto. Ibra? Ecco, tra gli obiettivi raggiunti in questa stagione c’è la nostra partita insieme, che hanno vinto loro 3-1, ma che per me è stata comunque bellissima. Io ho coronato un sogno. Non ho avuto il coraggio di avvicinarmi, mi sono vergognato… Ma l’ho studiato da lontano: per l’approccio alla partita, per come si muove da leader carismatico, Ibra è un fenomeno. E sono contento che abbia vinto lo scudetto, lui ha riportato in alto il Milan e se lo meritava. È l’ultimo? Se lui ha ancora voglia…”, conclude Zaniolo.