Home NOTIZIE ATTUALITÀ Olimpico pieno, controlli e maxischermi: così Roma si prepara alla finale di...

Olimpico pieno, controlli e maxischermi: così Roma si prepara alla finale di Conference League

STADIO DEI MARMI OLIMPICO FORO ITALICO

A Roma può succedere anche questo: che la sera in cui la squadra giallorossa gioca a chilometri di distanza, l’Olimpico si riempia fino all’ultimo seggiolino. E allo stesso tempo può succedere che nel giorno in cui a Roma una partita non c’è, la Capitale si prepari come attendesse l’arrivo di 50mila ultras olandesi.

E così stasera, giorno della finalissima di Conference League tra giallorossi e Feyenoord, a Roma i bus passeranno solo fino alle 22, per motivi di ordine pubblico. Lo stop riguarda anche le navette sostitutive della metropolitana. Il servizio riprenderà alle 3 di notte, lasciando poche alternative a chi, in quel lasso di tempo, si muove per la città.

Il piano di sicurezza studiato dalla prefettura, prevede anche il dispiegamento di mille gli agenti di polizia, carabinieri, guardia di finanza e della polizia locale, impegnati nelle aree del centro storico e in prossimità dello stadio Olimpico. Dalle 7 di stamattina e fino alle 7 di domani, saranno transennate piazze e fontane, tra cui la fontana di piazza Navona, la fontana di Trevi, la fontana della Barcaccia e le fontane di piazza del Popolo.

Controlli stringenti per pub e locali del centro, il timore della questura è che, in caso di vittoria giallorossa, la festa possa degenerare. All’Olimpico i controlli saranno gli stessi di una qualsiasi partita di campionato, anche se in campo ci saranno solo i maxischermi. Per questo sarà attivata la fase di pre-filtraggio e filtraggio. Saranno circa 50mila i tifosi sugli spalti, l’entusiasmo per queta finale non conosce confini.