Home NOTIZIE SPORT Immobile, ancora capocannoniere, esulta così: “E’ un premio difficile, lo condivido con...

Immobile, ancora capocannoniere, esulta così: “E’ un premio difficile, lo condivido con mister e compagni”

GIANFRANCO RAVASI CARDINALE CIRO IMMOBILE CALCIATORE

Ora lo incorona anche la storia. Ciro Immobile è il primo italiano ad aver vinto per quattro volte la classifica dei marcatori della Serie A, un’altra pesante medaglia da mettere al collo. L’obiettivo ora è Nordahl, leggenda del calcio Anni 50, che in cima alla classifica dei più prolifici del campionato italiano ci è finito cinque volte, quando giocava nel Milan.

Nessuno come Ciro, che a 27 gol ci è arrivato anche in una stagione in cui è stato penalizzato dagli infortuni. Un Immobile a tempo piano avrebbe forse conteso la Scarpa d’Oro a Lewandoski. Si deve ‘accontentare’ del podio dei bomber europei con un certo Karim Benzema. Una coppia di tutto rispetto superata di una sola rete da Mbappé, a quota 28.

Immobile ha festeggiato due volte: per la nomina come miglior attaccante del campionato e per essere il re degli attaccanti italiani. Ha condiviso il riconoscimento con squadre e mister: “Sono davvero felice, questo premio lo dedico a mia moglie ai miei figli e alla mia famiglia. Ovviamente devo dar merito al mister, allo staff e ovviamente ai miei compagni di squadra”.

Così Ciro, ai microfoni della Lega, ha festeggiato l’ennesimo premio: “Questo va assolutamente condiviso con loro che mi hanno in condizione di poter realizzare tutto questo. Ogni anno c’è sempre qualcuno che è lì e lotta con me per poter vincere la classifica marcatori. E’ complicato, è un premio difficile e, come ho detto prima se non c’è lavoro di squadra dietro è difficile da ottenere. Sono davvero soddisfatto del lavoro fatto. Complimenti a Lautaro, Vlahovic e gli altri attaccanti che hanno fatto una stagione davvero importante ed è bello arrivare davanti a calciatori come loro”.