Home PRIMO PIANO Insulti razzisti all’Olimpico, lo steward presenta denuncia

Insulti razzisti all’Olimpico, lo steward presenta denuncia

STADIO DEI MARMI OLIMPICO FORO ITALICO

Doveva essere solo una festa per celebrare la fine del campionato e il quinto posto raggiunto dalla Lazio. Ma sabato sera, nella gara contro il Verona, all’Olimpico di Roma, mai così pieno, i cori non sono stati solo d’incitamento. Perché un paio di tifosi hanno pensato bene di rovinare l’abbraccio collettivo dello stadio alla squadra con insulti razzisti nei confronti di uno steward.

“Torna col gommone”, l’unica frase ripetibile. Poi altri insulti, sempre più carichi d’odio. Il giovane steward era sotto la curva nord, insieme ad altri colleghi. Mentre lo stadio canta l’inno della Lazio, nei suoi confronti piovono insulti vergognosi. Inizialmente il ragazzo rimane impassibile, poi gli animi si scaldano. Tanto che gli altri steward sono costretti ad allontanarlo.

Il tutto è stato ripreso da un video girato dallo stesso autore degli insulti, che in poche ore ha fatto il giro del web. Gli altri tifosi laziali hanno preso le distanze. Sull’episodio si è espresso anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che ha definito “vigliacchi” gli autori degli insulti razzisti. Anche la Lazio, poco dopo, ha preso ufficialmente le distanze con un comunicato.

“Non meritano commenti e vanno condannati senza mezzi termini”, ha scritto il club biancoceleste in una nota. La Lazio era venuta a conoscenza dell’episodio già sabato sera, allertata dal capo degli steward, e subito si è mossa per individuare i colpevoli. Ha già formalizzato una denuncia, così come ha fatto il ragazzo. Ora si attendono i provvedimenti.