Home NOTIZIE CRONACA Don Bosco, tentato femminicidio, cosa è successo

Don Bosco, tentato femminicidio, cosa è successo

la struttura sequestrata dalla Polizia Locale di Roma Capitale a Ponte Galeria

Tentato femminicidio al Don Bosco ed ennesimo caso di violenza in un contesto, anche temporale, nel quale si è particolarmente discusso di violenza, in tutta Italia, in queste ore.

Nel contesto specifico di questo ultimo episodio una donna è stata barbaramente picchiata dal compagno che ha provato anche a strangolarla per poi accanirsi con un posacenere.

Don Bosco, tentato femminicidio: la dinamica dell’aggressione

A rischiare la vita una 53enne romana, aggredita mentre era nel letto, poi condotta in condizioni gravi in ospedale in prognosi riservata. A colpirla sarebbe stato il convivente, fermato dalla polizia con l’accusa di tentato omicidio.

E’ quanto accaduto ieri in un appartamento di via Calpurnio Pisone. A chiamare la polizia la madre del 53enne dopo essere entrata nell’abitazione del Tuscolano ed aver trovato il figlio con le mani ancora sporche di sangue e la nuora priva di sensi nel letto dove poco prima era stata aggredita.

Trasportata d’urgenza all’ospedale Vannini con un trauma cranico, la donna ha riportato una importante ferita ad un occhio, col rischio di perdere la vista. L’uomo, con precedenti, è stato arrestato, condotto in carcere in attesa della convalida del fermo. Dovrà rispondere di tentato omicidio.