Home NOTIZIE CULTURA E SPETTACOLO A Roma week-end con “Arf!” e “Arf! Kids”, lezioni e laboratori dedicati...

A Roma week-end con “Arf!” e “Arf! Kids”, lezioni e laboratori dedicati al fumetto

Tre giorni interamente dedicati all’arte del fumetto, per proposte e appuntamenti per i lettori di tutte le età. Torna a Roma in Largo Dino Frisullo a Testaccio “Arf!”, il festival che ogni anno nella capitale divulga segreti, curiosità e tendenze su una delle forme di editoria più longeve e amate nonostante le difficoltà globali.

Tre giorni pienissimi
Sei mostre, lectio magistralis con i ‘giganti’ del fumetto e poi talk, un’area – gratuita – dedicata agli artisti indipendenti e ancora opportunità di lavoro e una sezione dedicata ai bambini: tutto questo è “ARF!” il festival di storie, segni e disegni che torna nella capitale, alla Città dell’Altra Economia per l’ottavo anno. Tre giorni davvero intensi, dal 13 al 15 maggio, che richiameranno in città disegnatori, sceneggiatori, autori unici e creativi del mondo del fumetto: tra i nomi in calendario Silvia Ziche, Silver, Horacio Altuna (protagonisti delle tre lectio magistralis), Paco Roca, Pera Toons, Fumettibrutti, Samuel Spano, Werther Dell’Edera, Giacomo Bevilacqua, LRNZ, Zuzu, Kalina Muhova, Enrique Breccia, Otto Schmidt e tanti altri.

Spazio anche ai bambini
L’apertura è all’insegna dei lettori più piccoli con gli appuntamenti di “Arf!Kids” dedicati a scuole elementari e medie, cui sono dedicati anche due laboratori gratuiti: bambine e bambini potranno improvvisarsi fumettisti aiutati dalla scuola di arti figurative e digitali Lacomics Kids e gli addetti ai lavori di Ultrablu, atelier e spazio artistico impegnato nella promozione della cultura della diversità. Pera Toons, al secolo Alessandro Perugini, sarà la ‘special guest’ del primo giorno di festival. Vera e propria star per lettori under 15, il fumettista, instagrammer, youtuber e tik toker, che ha firmato il manifesto di “ARF! Kids”, dalle 18 si farà intervistare dai fan, che per l’occasione vestiranno i panni di giovanissimi giornalisti. E tra le iniziative in evidenza anche un vero e proprio laboratorio per abbattere gli stereotipi e i pregiudizi: rivolto agli studenti di età compresa tra i 10 e i 12 anni, il progetto sarà curato da Francesca Ceci che accompagnerà i piccoli lettori nel mondo del fumetto con “Posso essere tutto” (Tunué), in cui cancelleranno luoghi comuni per disegnare storie libere e felici.