Home NOTIZIE CRONACA Roma, madre e figlio rapinati e violentati da due tunisini: indagini sull’aggressione

Roma, madre e figlio rapinati e violentati da due tunisini: indagini sull’aggressione

Prima hanno rapinato e violentato un 17enne in strada, poi sono andati a casa del ragazzo e lì hanno stuprato la madre 50enne. Notte da incubo stile Arancia meccanica per mamma e figlio di Casal Monastero a Roma ostaggio per ore di due giovani di origini tunisine. La polizia sta indagando per ricostruire i fatti accaduti nella notte tra sabato e domenica, ma secondo quanto riferito dalle vittime l’orrore è iniziato a Centocelle dove dopo una serata tra amici il 17enne è stato avvicinato mentre prendeva la minicar per tornare a casa. I due coetanei gli hanno preso soldi e cellulare e hanno abusato di lui in strada. Non soddisfatti lo avrebbero costretto a guidare fino a casa dove c’era solo la madre. Nuova rapina, circa 200 euro, e altra violenza. Questa volta nel mirino dei criminali sarebbe finita la donna, costretta ad un rapporto sessuale da uno dei due. Alle prime luci dell’alba i banditi sono infine scappati portando via il cellulare del ragazzo: madre e figlio hanno quindi finalmente potuto chiedere aiuto. E’ stato proprio il sistema di geolocalizzazione del telefono a permettere alla polizia di rintracciare e arrestare il duo in fuga in zona San Giovanni. Ora le indagini dovranno accertare tutte le responsabilità dei due tunisini di 17 e 18 anni al momento accusati di rapina aggravata e violenza sessuale.