Home NOTIZIE ATTUALITÀ Scuola, nel Lazio 3.000 cattedre vuote. Uil: “Pianificare subito l’avvio del prossimo...

Scuola, nel Lazio 3.000 cattedre vuote. Uil: “Pianificare subito l’avvio del prossimo anno”

PRIMO GIORNO DI SCUOLA AL LICEO ISACCO NEWTON DI ROMA STUDENTI RIAPERTURA DELLE SCUOLE CLASSE AULA BANCHI LEZIONE

Tremila cattedre vacanti, di ogni ordine e grado, previste nel Lazio nel prossimo anno. Le classi potrebbero svuotarsi di docenti, è l’allarme lanciato dal Segretario regionale Uil Scuola Lazio, Saverio Pantuso. A preoccupare è l’alto numero di insegnanti che andrà in pensione, e per i quali sarà necessario trovare dei sostituti in tempi brevi.

L’emergenza sanitaria ha già messo a dura prova il processo di selezione dei docenti nel Lazio: le numerose assenze dovute al virus e la difficoltà nel reperire supplenti disposti ad accettare l’incarico solo per pochi giorni, ha lasciato spesso scoperte intere classi. Uno scenario da evitare l’anno prossimo, quando il numero di cattedre vuote sarà ancora maggiore.

Per questo motivo l’invito di Pantuso rivolto al ministero della pubblica istruzione di “pianificare subito l’avvio del prossimo anno attraverso una gestione snella e trasparente di assegnazione delle cattedre”. Delle tremila che resteranno vuote per i pensionamenti, solo una parte è stata già coperta.

Per i criteri di assegnamento delle restanti, spiega il Segretario regionale Uil Scuola Lazio “siamo favorevoli all’utilizzo di procedure informatizzate purché siano accompagnate da una logica razionale, improntata al riconoscimento del punteggio relativo ai servizi, ai titoli e più in generale alla esatta posizione in graduatoria dei docenti”.