Home NOTIZIE CRONACA Marche da bollo e patenti false per il litorale romano: blitz nel...

Marche da bollo e patenti false per il litorale romano: blitz nel Casertano

C’erano anche decine di patenti false destinate al litorale romano nel mercato organizzato da un gruppo di falsari con base nel Casertano scoperto dai carabinieri in un blitz che ha portato a dieci arresti e 8 misure cautelari.

Il cuore degli affari erano le marche da bollo smerciate da parcheggiatori abusivi fuori agli uffici pubblici e utilizzate da professionisti su atti giudiziari e amministrativi.

I militari hanno sequestrato migliaia di titoli contraffatti per circa 200mila euro – pronti per la distribuzione gestita da “intermediari” del falsario nelle province campane e a Roma. Sei le direttrici distributive, gestite da “intermediari” del falsario.

Tra gli indagati anche uno “smerciatore” in azione sul litorale romano dove si occupava di distribuire marche e patenti automobilistiche e nautiche false. Coinvolti nell’indagine partita nel gennaio 2020 inoltre i titolari di un’agenzia immobiliare e di una tabaccheria della capitale.

Secondo quanto emerso i falsari utilizzavano talloncini in bianco con lo stemma della Repubblica, l’intestazione e gli elementi di sicurezza che venivano importanti dalla Cina e compilati in laboratori dotati delle apparecchiature necessarie sia hardware sia software. Una novità per i criminali che in passato falsificavano marche vere aumentandone il valore. Un “centro di produzione clandestino”, allestito nella zona di Villa Literno (CE) è stato individuato e smantellato a luglio 2020.

L’operazione dei Carabinieri del Comando Antifalsificazione Monetaria, supportati dai militari dei Comandi Provinciali di Roma, Napoli, Caserta, Avellino e Salerno si è svolta ieri a conclusione di un’articolata attività investigativa diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord in Aversa.