Home NOTIZIE ATTUALITÀ Super Green pass accantonato per bar, ristoranti e mezzi pubblici già da...

Super Green pass accantonato per bar, ristoranti e mezzi pubblici già da marzo: il governo studia il piano

OBBLIGO DI GREEN PASS NEI BARBIERI BARBIERE

Riaprire tutto, al più presto. È l’obiettivo dell’Italia illustrato dal premier Mario Draghi. Lo stato di emergenza, che si trascina ormai da quasi due anni, non verrà prorogato e finalmente ha una data di scadenza: 31 marzo. Da quel giorno in poi le misure anti-Covid verranno allentate e l’obbligo del Super green pass verrà gradualmente abolito.

Da aprile l’Italia dirà addio alle quarantene da contatto e alle mascherine Ffp2 a scuola, oltre al sistema delle zone a colori. Ma l’allentamento sarà graduale e partirà già da marzo. Draghi ha annunciato l’accantonamento della certificazione verde rafforzata, ottenibile attraverso vaccinazione o guarigione dal Covid, per le attività all’aperto.

Ma sul tavolo del ministero della Salute sono in piedi altre ipotesi. Il Super green pass potrebbe essere sospeso anche per entrare in bar e ristoranti al chiuso, oltre che su mezzi di trasporto a lunga o breve percorrenza. E le nuove misure potrebbero entrare in vigore già a partire da metà marzo, per allinearle a quelle imposte ai turisti in visita nel nostro paese.

Dal primo marzo, infatti, i turisti extra-Unione Europea potranno entrare in Italia senza quarantena, mentre quelli americani, vaccinati anche da più di 6 mesi, potranno mangiare in bar e ristoranti o prendere i mezzi pubblici solo con un tampone negativo. Un cortocircuito a cui il governo sta pensando di porre rimedio alleggerendo l’obbligo di certificazione verde rinforzata anche per gli italiani.