Home NOTIZIE CRONACA Roma, l’ordinanza del sindaco non ferma la malamovida: notti insonni e violenze...

Roma, l’ordinanza del sindaco non ferma la malamovida: notti insonni e violenze a San Lorenzo

Notti insonni e quartiere devastato, non esiste inverno né pandemia a San Lorenzo e la pazienza dei residenti è ormai finita da un pezzo. Non si ferma la malamovida nel centro di Roma, i cittadini non vedono, ancora, i risultati sperati dell’ordinanza del sindaco che ha imposto il coprifuoco per i minimarket chiusi nei fine settimana dalle 22 per evitare la vendita di alcolici. Il bilancio del weekend appena trascorso non cambia: gruppi di giovani continuano a fare festa sotto le finestre degli abitanti lasciando in strada un tappeto di bottiglie. Un assedio secondo i residenti che invitano Gualtieri a trascorrere una notte nel quartiere, senza annunci, per rendersi conto di cosa sono costretti a sopportare. 

Folle di giovani in piena febbre del sabato sera, degrado ma anche violenze: due ragazzi sono stati accoltellati in strada sabato notte. Stessa musica anche fuori dal perimetro della zona calda della movida. Una maxi-rissa tra giovanissimi è scoppiata a Centocelle, un’altra davanti ad un pub di Castel Gandolfo. Intanto le forze dell’ordine stanno procedendo ai controlli sulla chiusura anticipata dei minimarket soprattutto nel cuore della movida, Trastevere e San Lorenzo: scoprendo così decine di negozi che si facevano beffa dell’ordinanza del sindaco. E’ il caso del minimarket a Trastevere che vendeva alcolici ai ragazzi a serrande abbassate.