Home NOTIZIE ATTUALITÀ I nuovi progetti sulle discariche allarmano i territori di Vallerano e Aprilia

I nuovi progetti sulle discariche allarmano i territori di Vallerano e Aprilia

I nuovi progetti riguardanti la discarica ex Covalca di Vallerano e di Ardea hanno fatto infuriare i residenti delle zone laziali. Per quanto riguarda il primo impianto, il circolo Legambiente agro romano meridionale, presieduto da Massimiliano Coppola, ha fatto sentire la propria voce contro il suo ampliamento, il quale comporterebbe l’utilizzo di un secondo incavo per aumentare la portata della discarica.

La richiesta di ampliamento da parte del gestore risale al 2019 e l’iter autorizzativo il 21 dicembre è giunto alla sua conclusione con il procedimento di valutazione d’impatto ambientale che ha ricevuto parere positivo da parte dei tecnici della regione Lazio. “Nel 2020 – ha raccontato Coppola – Roma Capitale aveva espresso un parere negativo riguardo al progetto, ma la Regione ha continuato ad agire nonostante il dissenso della popolazione”. Chi si sarebbe dovuto occupare della questione era Flaminia Tosini, arrestata e posta ai domiciliari però nel marzo del 2021. Tuttavia, nel momento in cui è stata rimossa dall’incarico, tra novembre e dicembre 2021 si è svolto un ulteriore tavolo tecnico che ha dato il suo via libera.

Dissenso e rabbia anche per l’approvazione da parte del Comune di Ardea al progetto della Paguro per La Gogna. Un parere favorevole alla proposta di bonifica dell’area tramite una discarica dove ospitare anche i sovvalli dell’impianto Tmb di Rida Ambiente che ha fatto letteralmente infuriare tutti i consiglieri comunali di Aprilia, che in una nota hanno speso parole durissime per criticare l’atteggiamento dell’amministrazione confinante.