Home NOTIZIE POLITICA Roma, per le metro chiesti 1,2 miliardi: in progetto banchine anti suicidio...

Roma, per le metro chiesti 1,2 miliardi: in progetto banchine anti suicidio e treni più moderni

Per migliorare i trasporti romani la giunta Gualtieri punta ad un salto di qualità sul piano tecnologico, ma per portare i mezzi pubblici nel futuro, o quantomeno in linea con altre grandi città italiane, serviranno tante risorse economiche. La nuova amministrazione ha chiesto infatti al governo per le metropolitane una cifra vicina al miliardo e duecento milioni di euro, il che è abbastanza significativo dello status attuale del comparto. Denaro che dovrebbe servire soprattutto per le metro A e B, da adeguare con treni di nuova generazione e barriere anti-suicidio, al momento presenti solo sulle banchine della linea C. Un ammodernamento più che necessario ma che nel tempo è stato procrastinato per l’impellenza dei problemi preesistenti, come ad esempio la riapertura della fermata Policlinico, il ripristino delle scale mobili a Repubblica e la mancata manutenzione di decine di convogli, questione risolta con una proroga di 12 mesi. Adesso si potrà finalmente porre un moderato sguardo al futuro, ma data la cifra richiesta non è scontato che i fondi possano arrivare. La speranza è che ancora una volta sia il Giubileo a incentivare l’apertura dei cordoni della borsa.