Home NOTIZIE ATTUALITÀ Lazio, nuovo record di contagi: venerdì la decisione sulla zona arancione

Lazio, nuovo record di contagi: venerdì la decisione sulla zona arancione

CORONAVIRUS COVID 19 OBBLIGO DI GREEN PASS SUI MEZZI PUBBLICI

Il Lazio raggiunge il doppio primato di tamponi effettuati e di positivi registrati. Su un totale di 153.322 test, nelle ultime 24 ore sono stati 17.165 i nuovi casi nella Regione, 9.000 in più rispetto al giorno precedente, e mai così tanti prima. Con 23.478 tamponi molecolari e 128.844 tamponi antigenici, è record anche di test effettuati in una sola giornata.

Scende il tasso di positività, fermo all’11%, ma non si allenta la pressione sugli ospedali, nonostante l’Rt del Lazio sia tra i più bassi d’Italia. Sono quasi 280.000 gli attualmente positivi della Regione, cinque volte il numero raggiunto il 25 dicembre. Rispetto a due mesi fa il numero di positivi si è moltiplicato 16 volte.

Anche a Roma è record di contagi: 8.452 in una sola giornata. E gli ospedali iniziano ad arrancare, tanto che il prossimo venerdì potrebbe avvenire il passaggio alla zona arancione. Gli indicatori della Regione sono tutti superiori al limite di sicurezza: il tasso d’occupazione in area medica è schizzato al 32%, quello in terapia intensiva al 22%, ben al di sopra del 15% che fa scattare la fascia di rischio con misure più stringenti.

Il tasso d’incidenza dei positivi del Lazio ha raggiunto un nuovo picco: 1578 ogni 100.000 abitanti. Con dati del genere il cambio di colore appare scontato. A partire da lunedì il Lazio potrebbe quindi passare in zona arancione: non cambierà quasi nulla per i vaccinati, mentre i non immunizzati saranno costretti ad ulteriori restrizioni. Oltre alle misure vigenti, chi è sprovvisto di vaccino dovrà presentare un tampone negativo per cambiare Comune e non potrà entrare nei negozi all’interno dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi.