Home PRIMO PIANO Elezioni suppletive, vince D’Elia. Ma l’astensionismo è da record

Elezioni suppletive, vince D’Elia. Ma l’astensionismo è da record

CECILIA D'ELIA PARTITO DEMOCRATICO

Con il 59,43% dei voti Cecilia D’Elia, candidata del Partito Democratico, ha vinto le elezioni suppletive per il collegio della Camera del centro di Roma. Netto il distacco sulla concorrenza: Simonetta Matone, della Lega, ha ottenuto il 22,42%. Subito dietro Valerio Casini, di Italia viva, fermo al 12,93%. Il numero che più impressiona però è quello dell’astensionismo. 

Solo l’11,33% degli aventi diritto ieri si è recato alle urne. Nove romani su dieci, invece, non hanno messo piede nei seggi del collegio Lazio 1. Un dato in discesa rispetto al già basso 17,66% delle precedenti suppletive, nel marzo del 2020.  

Cecilia d’Elia, 58 anni, responsabile alle Pari Opportunità dei dem, prende il posto alla Camera lasciato vacante dal sindaco di Roma Roberto Gualtieri e da ieri sera è uno dei 1.009 grandi elettori del prossimo presidente della Repubblica. “Grazie a tutte e tutti i romani che mi hanno dato fiducia. Metterò tutta me stessa per rispettare la responsabilità di questo nuovo impegno”, ha scritto D’Elia in un tweet. Immediato anche il messaggio di Gualtieri: “Una donna competente e determinata che arricchirà il Parlamento”, ha scritto il sindaco di Roma.