Home PRIMO PIANO Castelli, l’Asl Roma 6 invia sms con referti “non attendibili”: caos tra...

Castelli, l’Asl Roma 6 invia sms con referti “non attendibili”: caos tra i cittadini

AVVIO DELLA CAMPAGNA VACCINAZIONI IN FARMACIA, FARMACISTA, TAMPONI, TUTA PROTETTIVA, TAMPONE

È bastato un post su Facebook per gettare nel panico la popolazione dei Castelli, a Roma. “Causa guasto ai sistemi informatici sono stati inviati sms non attendibili”. A scriverlo è stata l’Asl Roma 6 per giustificare il pasticcio avvenuto nelle ore precedenti. Il riferimento è a una serie di messaggi inviati a chi era in attesa di sapere il responso del tampone effettuato poche ore prima.

Centinaia gli sms contenenti referti sbagliati ai test Covid. Così chi era positivo ha ricevuto esito negativo e viceversa. E il tentativo da parte dell’Asl di riferimento di sistemare la situazione ha generato, per quanto possibile, ancora più confusione. I messaggi di rettifica sono stati inviati infatti ai pazienti sbagliati. E’ capitato quindi di ricevere sul proprio cellulare l’esito di un’altra persona, con tanto di nome, cognome e dati sensibili.

“Ci scusiamo per i disagi, a breve comunicheremo la corretta refertazione”, ha scritto in serata, su Facebook, la Asl Roma 6. Ma a quel punto era già troppo tardi, tra i cittadini delle zone interessate è scoppiato il panico e i centralini della stessa Asl sono stati intasati in pochi minuti. Resta da capire il motivo che ha portato all’errore, e non da escludere un attacco hacker come avvenuto alla Regione Lazio nel mese di luglio.

Tutto questo a pochi giorni dal ritorno a scuola in presenza, che dovrebbe essere garantito, secondo i presidi, da un massiccio screening a tutta la popolazione studentesca. Va da sé che se questo errore fosse avvenuto a poche ore dal suono della campanella, sarebbe stato difficile garantire il sicuro ritorno sui banchi. Proprio oggi il consiglio dei ministri deciderà le regole per il rientro a scuola in presenza e in sicurezza. La prima decisione è stata già presa: il calendario non verrà modificato. Si torna in classe a partire dal 10 gennaio.