Home NOTIZIE ATTUALITÀ Roma, trasporto scolastico per i disabili: “assorbiti” autisti Tundo, appalto al via

Roma, trasporto scolastico per i disabili: “assorbiti” autisti Tundo, appalto al via

foto Agenzia Dire

Una svolta per gli studenti disabili e le loro famiglie ma anche per i lavoratori della Tundo, la società per il trasporto scolastico finita in difficoltà negli ultimi mesi a Roma. Dopo l’assegnazione del nuovo appalto municipale, oggi è stato raggiunto l’accordo per l’avvio del nuovo contratto con la “Rti Arriva Italia Meditral” che subentra definitivamente al precedente gestore.

Occupazione garantita per 150 lavoratori
L’intesa che permette il passaggio di consegne tra il nuovo fornitore e la “Tundo Vincenzo Spa” per il servizio di trasporto riservato scolastico e il servizio di trasporto scolastico per ragazzi con disabilità viene salutata con soddisfazione dai sindacati. In una nota la Cgil di Roma e Lazio esprime sollievo per la svolta: “Il nostro obiettivo – si legge nel documento – è sempre stato quello di mantenere i livelli occupazionali e garantire le stesse condizioni economiche e di tutela contrattuale attraverso la clausola sociale a fronte di un riassorbimento, ossia di applicare il Ccnl Autonoleggio – Anav: stesse ore di lavoro e inquadramento, mantenimento dell’anzianità maturata, medesima qualifica professionale e trattamenti economici collettivi e individuali”. A partire dai primi giorni di gennaio, quando Roma Capitale darà il via libera operativo al nuovo appalto, 135 autisti verranno riassorbiti dalla Rti mentre per altri 15 lavoratori che oggi hanno mansioni diverse e specifiche, verranno proposte individualmente opportunità alternative che saranno preventivamente illustrate in un tavolo di confronto.

Accordo all’insegna della continuità
Una svolta importante che permetterà di riavviare un servizio essenziale per gli studenti e le rispettive famiglie ma permette di disinnescare una crisi occupazione che rischiava di esplodere proprio con la riapertura dell’anno scolastico dopo le festività natalizie. L’intesa, ratificata nelle scorse ore, sarà però soggetta a attività di verifica costante: “Le garanzie e le tutele per le quali ci siamo battuti in questi lunghi mesi, caratterizzati da incertezza e discontinuità – spiega la nota diffusa dalla Cgil – saranno monitorate e verificate periodicamente con incontri che avranno l’obiettivo di affrontare le problematiche che dovessero emergere nella fase applicativa: la sicurezza dei rapporti di lavoro e la corretta applicazione degli accordi contrattuali potranno dare tranquillità e stabilità ai lavoratori e contestualmente garantire, finalmente, un servizio degno delle necessità e delle aspettative dell’utenza. Ci siamo battuti per garantire continuità lavorativa, regolarità di retribuzione ma anche un servizio certo, sicuro che consenta il diritto allo studio per tanti ragazzi con disabilità e tranquillità alle loro famiglie”.

Una crisi nota da oltre un anno
La Tundo Vincenzo Spa è una società privata della provincia di Lecce che opera su scala nazionale e che per conto di Roma Capitale svolge dal 2013 servizi di trasporto, anche scolastico, di utenti con disabilità. La società ha operato a Roma per 8 anni, collaborando con la giunta di centrosinistra di Ignazio Marino e con quella pentastellata di Virginia Raggi passando però attraverso anche il commissariamento del prefetto Tronca. La crisi era esplosa a fine ottobre quando, tramite un semplice sms ai genitori, era stata annunciata la cancellazione del servizio per 4.500 studenti e studentesse disabili ma le difficoltà economiche della società erano note al Campidoglio già dal novembre 2020 senza che nessuno, però, intervenisse per evitare il peggio.