Home PRIMO PIANO Green pass, dai ristoranti ai mezzi pubblici: cosa cambia da oggi

Green pass, dai ristoranti ai mezzi pubblici: cosa cambia da oggi

CORONAVIRUS COVID 19 OBBLIGO DI GREEN PASS SUI MEZZI PUBBLICI

Da oggi la certificazione verde si sdoppia: fino al prossimo 15 gennaio entra in vigore il ‘Super Green pass’, ottenibile da chi è vaccinato, almeno 14 giorni dopo la prima dose, o da chi è guarito dal Covid da meno di sei mesi. Resiste la versione base della certificazione verde, che può essere ottenuta con un tampone rapido o molecolare, ma l’entrata in vigore del nuovo decreto limita le possibilità per i non vaccinati.

Con il Green pass base si potrà accedere al luogo di lavoro, nei musei, in hotel e nelle palestre. Ma saranno vietate tutte le altre attività. Solo chi è in possesso della certificazione verde rinforzata potrà accedere a ristoranti al chiuso, cinema, teatri, discoteche ed eventi sportivi. Il Green pass per i vaccinati si aggiornerà automaticamente, e non sarà quindi necessario scaricare un’altra versione.

L’altra novità che parte da oggi è l’obbligo del Green pass base per salire sui mezzi pubblici. Chi vorrà viaggiare su bus, metro e tram dovrà quindi dotarsi della certificazione verde, che verrà controllata dagli agenti di polizia, carabinieri e municipale, assistiti dagli addetti delle società di trasporto. A Roma i controlli sono iniziati da questa mattina nelle stazioni e nelle fermate più affollate, e sono fioccate già le prime multe.

Tra i titolari dei bar c’è invece ancora un po’ di confusione sulle modalità di controllo. In zona bianca e gialla anche chi non ha il Green pass può bere il caffè al bancone e sedersi al tavolo all’aperto. Ma gli addetti ai lavori, per non sbagliare, hanno iniziato a chiedere la certificazione verde. Così come i clienti, confusi dai continui cambiamenti, chiedono se sia necessario mostrare il Green pass prima di ordinare un cappuccino.