Home NOTIZIE ATTUALITÀ Lazio, lettere di recupero evasione ticket: pagamenti e opposizioni al termine dell’emergenza...

Lazio, lettere di recupero evasione ticket: pagamenti e opposizioni al termine dell’emergenza sanitaria

OSPEDALE NIGUARDA SALA ATTESA INFO POINT TICKET CASSE CHIUSE SPORTELLI CAMICI CAMICE DOTTORI DOTTORE MEDICI MEDICO PERSONALE SANITARIO CUP SANITA' SPOSTELLO CHIUSO SPORTELLI CHIUSI

Una raffica di avvisi, recapitati a centinaia di residenti del Lazio tramite raccomandata. La comunicazione è uguale per tutti, arriva dalle Asl di competenza e riguarda il recupero dei ticket sanitari non corrisposti per errate o inappropriate attestazioni di esenzione per reddito, relative alle prestazioni specialistiche e farmaceutiche degli anni 2011-2018.

La Regione ha fatto così recapitare richieste di rimborso a chi, negli anni precedenti, ha usufruito dell’esenzione del ticket senza averne i requisiti. Per poi precisare sul proprio sito che i cittadini non dovranno pagare o presentare opposizione, almeno per il momento. E’ tutto rimandato a quando sarà finita l’emergenza sanitaria: le comunicazioni, fa sapere la Regione, erano necessarie per interrompere i termini di prescrizione.

Ma tra i cittadini che hanno ricevuto l’avviso è scattata subito la corsa per chiedere chiarimenti. Sindacati e associazioni sono stati invasi da richieste. Codici, Centro per i Diritti del Cittadino, ha pubblicato oggi un comunicato per precisare la situazione, perché le richieste continuano ad arrivare, e sono diverse centinaia.

Pagamenti ed eventuali ricorsi sono rinviati al termine dell’emergenza sanitaria, quando la Regione invierà un’ulteriore comunicazione con le modalità di pagamento. Fino a quel momento Codici invita i cittadini coinvolti a farsi trovare pronti, recuperando la documentazione necessaria. A quel punto chi è in regola con l’esenzione potrà opporsi alla richiesta di rimborso.