Home NOTIZIE Roma, Gualtieri studia il piano per aggiungere 160 km di corsie preferenziali

Roma, Gualtieri studia il piano per aggiungere 160 km di corsie preferenziali

ROBERTO GUALTIERI SINDACO DI ROMA

Strade prima pulite, poi più agibili, soprattutto per i mezzi pubblici. Il neo sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha fissato i primi obiettivi del suo mandato: in cima alla lista c’è il ‘piano di pulizia straordinario’ della città, subito dopo una serie di progetti per velocizzare la circolazione della Capitale.

Il piano prevede – fa sapere il Messaggero – 180 km di corsie preferenziali per autobus, tram, filobus e taxi nei vari quadranti della città. Così i mezzi di trasporto pubblico diventerebbero più efficaci e funzionali. E soprattutto più veloci: tra ingorghi, file, cantieri e tamponamenti i bus della Capitale viaggiano in media a 20 chilometri orari, tram e filobus sono ancora più lenti.

Ad oggi la rete di corridoi preferenziali per la mobilità pubblica si snoda in 20 chilometri di corsie che attraversano la città. Gualtieri, entro i prossimi 5 anni, vuole aggiungere altri 160 chilometri alla rete per rendere la Città eterna più accessibile ai romani e ai milioni di pellegrini che arriveranno in città per il Giubileo del 2025.

Il piano è vasto e complesso, e sta già prendendo forma. Prevede una serie di interventi nei punti nevralgici della città, dove le corsie preferenziali sono già presenti e vanno rinforzate. Come via Palmiro Togliatti, l’Eur, Ponte Mammolo e via Tiburtina. In altre zone, dove le corsie riservate ai mezzi pubblici sono assenti, verranno progettate ex novo. Tra le arterie stradali interessate ci sono viale Guglielmo Marconi e via Portuense, via Boccea e viale Jonio, fino ad arrivare a via Cristoforo Colombo a via Nomentana.