Home NOTIZIE ATTUALITÀ Omicidio suicidio a Castel Sant’Elia

Omicidio suicidio a Castel Sant’Elia

Il complesso dell'ex Ospedale Forlanini (foto profilo Facebook Nicola Zingaretti)

Omicidio suicidio a Castel Sant’Elia, presso il lago di Bolsena nel Viterbese. Sabato sera intorno alle 20,30 un uomo di  65 anni ha ucciso con un colpo di fucile da caccia la moglie di 57 anni sotto gli occhi della figlia. A lanciare l’allarme presso i carabinieri è stata la ragazza che con una drammatica telefonata ha descritto la scena (agghiacciante avvenuta all’esterno della casa di campagna in cui viveva con la madre).

L’uomo, Ciriaco Pigliaru, origini sarde, era giunto a Castel Sant’Elia da bambino e insieme al padre e al fratello, aveva messo su un allevamento di pecore: aveva conosciuto e sposato Anna Cupelloni, di Nepi, e avuto due figlie, Valentina, 31 anni, laureata in economia e commercio, e Valeria, 27, ingegnere.

Quattro anni fa la decisione di vendere l’azienda agricola e aprire una tabaccheria a Nepi. Nuova vita e altri problemi; nel rapporto tra il 65enne e la 57enne qualcosa si è rotto. La coppia si stava separando. Sabato la tragedia: l’uomo che prende il fucile, uccide la moglie e poi rivolge l’arma contro se stesso. Si indaga su come si sia procurato il fucile: la figlia ora è ricoverata in ospedale per lo shock subito.