Home NOTIZIE ATTUALITÀ Roma, ripartono i ristoranti ma oltre mille attività in liquidazione

Roma, ripartono i ristoranti ma oltre mille attività in liquidazione

ZONA GIALLA RIAPERTURA ATTIVITA DI RISTORO BAR E RISTORANTI APERITIVO A CAMPO DE FIORI CONSUMAZIONE AL TAVOLO TAVOLI

La ristorazione riparte a Roma e nel Lazio: lo fa lentamente ma i dati confortanti testimoniano la risalita dopo il lungo periodo di crisi. Eppure, per tantissimi dopo la pandemia nulla sarà come prima e non per tutti il cielo sta per ritornare sereno. Solo a Roma, infatti, si contano nell’ultimo trimestre circa mille attività che schiacciate dai debiti e da un recupero insufficiente, si sono visti costretti a chiudere i battenti, avviando la procedura di liquidazione. Insufficienti sono stati sia il sostegno dallo Stato, poche le risorse per saldare i conti, così come i guadagni negli ultimi mesi, secondo Fiepet Confesercenti Lazio. Una situazione che riguarda varie zone della Capitale, senza distinzioni di sorta, e che nasconde altre incertezze per il futuro: licenze, società e locali verranno infatti svenduti. La media è tra 50mila e 70mila euro, cifre molto al di sotto dei parametri di mercato pre pandemia. Un’occasione per la criminalità organizzata, che come è già emerso dopo il sequestro di tre società riconducibili a clan di camorra, fiuta l’affare per riciclare il denaro sporco.