Home NOTIZIE CULTURA E SPETTACOLO “Una vita degna di essere vissuta” oggi a Napoli al Rione Sanità

“Una vita degna di essere vissuta” oggi a Napoli al Rione Sanità

Percorsi di inclusione innovativa territoriale per incentivare progetti civici di legalità sul territorio

Napoli, una nota stampa significativa, segnala oggi l’appuntamento speciale e da non perdere nel pomeriggio alle ore 14.00, presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli alle Croci,  dove si tiene l’iniziativa “Una vita degna di essere vissuta”  con la partecipazione straordinaria dell’attore Francesco Di Leva, saranno presentate tutte le attività estive del progetto P.I.T.E.R.- Percorsi di inclusione innovativa territoriale ed empowerment nel Rione Sanità di Napoli,.
Di Leva è considerato uno dei più promettenti interpreti italiani, apprezzato dalla critica, oggi è uno dei nomi più richiesti per il cinema nazionale. Ha partecipato tra gli altri al film “Il Sindaco del Rione Sanità”, ricevendo una candidatura come miglior attore protagonista ai David di Donatello 2020. I ragazzi del progetto avranno l’opportunità di ascoltare la sua storia e di intervistarlo.

Oltre Francesco Di Leva tra gli ospiti della giornata, ci saranno anche alcuni esponenti della Rete di Solidarietà Popolare, organizzazione no profit che tra le altre cose ha creato il fumetto dal titolo “La Voce degli Invisibili” (in foto copertina).
Nato dalla volontà di portare le voci dei reclusi fuori dalle mura spesse delle case circondariali, il fumetto è frutto di un lavoro collettivo tra i detenuti del carcere di Poggioreale, e delle associazioni Liberi di Volare onlus, Arcigay Napoli e Antigone Campania.
Scopo dell’incontro è quello di trasmettere il concetto fondamentale che anche le vite degli “invisibili” sono degne di essere vissute diventando pertanto per i bambini del progetto P.I.T.E.R. una occasione di riflessione e di arricchimento personale.
Il Progetto dei “Percorsi di Inclusione Territoriale ed Empowerment nel Rione Sanità” di Napoli, nasce da un’azione di co-progettazione messa in atto dalla Municipalità III.a del Comune di Napoli e dal Ministero dell’Interno. Fortemente voluto e incentivato dal territorio e dalla Prefettura di Napoli, il Progetto di natura prototipale gestito dalla Cooperativa “San Francesco” s.c.s. e dal Consorzio “Luna” s.c.s., si prefigge di avviare una modalità di intervento efficace e replicabile allo scopo di prevenire e/o riparare alla fuoriuscita dal sistema scolastico e formativo, incentivando percorsi civici di legalità sul territorio. Il progetto ha, inoltre, l’obiettivo di garantire l’inclusione sociale sostenendo le famiglie del popolare rione Sanità attraverso una rete stabile e coesa di stakeholder attivi sul territorio (istituzioni, scuole, parrocchie, centri educativi e sportivi, organizzazioni del terzo settore e altri soggetti privati del Rione Sanità).