Home NOTIZIE CRONACA Roma, alloggi Ater per gli occupanti di via Maria Adelaide ma è...

Roma, alloggi Ater per gli occupanti di via Maria Adelaide ma è polemica

ANDREA NAPOLETANO, DIRETTORE GENERALE ATER NICOLA ZINGARETTI, PRESIDENTE REGIONE LAZIO MASSIMILIANO VALERIANI, ASSESSORE REGIONALE

L’immobile al civico 14 di via Maria Adelaide, a due passi da piazza del Popolo, a Roma, occupato da ben 16 anni passerà nelle mani dell’Ater, l’azienda territoriale per l’edilizia residenziale pubblica della provincia di Roma. Il palazzo, acquistato dalla Regione Lazio nel 1979, sarebbe dovuto diventare la sede di uffici. Ma nel 2005 è stato occupato da circa 200 persone. Il numero degli occupanti è poi oscillato nel tempo: ad oggi si contano circa 30 famiglie.

Occupanti, serve piano di collocazione temporanea

Il passaggio dalla Regione all’Ater è stato stabilito con una delibera della Giunta regionale firmata dal presidente Nicola Zingaretti, che ha posto però alcune condizioni. L’Ater, infatti, potrà trasferire la propria sede in via Maria Adeilade solo dopo aver stabilito le “necessarie operazioni di accompagnamento sociale – si legge nella delibera – delle famiglie occupanti attraverso la definizione di un piano di collocazione temporanea”.

Le critiche della Lega

“Un’ennesima beffa ai cittadini – ha commentato la consigliera Lega della Regione Lazio Laura Corrotti – Con la giustificazione di liberare l’immobile occupato a Roma, la Regione regala ulteriori alloggi popolari agli occupanti abusivi. Un metodo che danneggia chi è in attesa da anni per una casa popolare a favore di chi invece vive nell’illegalità”.