Home NOTIZIE Rifiuti Roma, Raggi annuncia: “Riapriamo la discarica di Albano”. Scoppia la polemica

Rifiuti Roma, Raggi annuncia: “Riapriamo la discarica di Albano”. Scoppia la polemica

Mentre il ponte di San Pietro e Paolo e lo sciopero nazionale del comparto di igiene ambientale previsto domani, toglieranno forze preziose alla lotta per la rimozione dei rifiuti, il Comune di Roma prepara una nuova mossa per far fronte all’emergenza senza fine. L’annuncio è arrivato a sorpresa ieri, poco dopo l’ennesimo vertice in Prefettura.

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha annunciato di voler predisporre un’ordinanza urgente per imporre la riapertura della discarica di Albano Laziale, con una capacità residua di 200mila tonnellate, chiusa ormai dal 2016, e ora tornata d’attualità per la mancanza di sbocchi dove destinare i rifiuti che invadono le strade della Capitale.

L’inerzia della Regione Lazio ci costringe a questa decisione. Su cinque discariche previste dalla Regione, solo due sono attive”, ha detto Raggi, quasi in contemporanea con il vertice in Prefettura, durante il quale il prefetto Matteo Piantedosi ha dichiarato che oggi chiederà formalmente alla Regione di tenere aperte per altri 10 giorni le porte della discarica di Viterbo, per tamponare l’emergenza rifiuti di Roma.

L’annuncio della sindaca Raggi di voler riaprire la discarica di Albano, ha subito scatenato proteste infuocate. Prima tra tutte quella del sindaco del Comune, Massimiliano Borrelli, che annuncia di volersi opporre in tutti i modi e con tutti i mezzi legali alla decisione. Ed è infatti già pronto il ricorso al Tar del Lazio. Un’altra situazione spinosa da gestire, nella settimana in cui, causa sciopero di domani, circa il 70% degli operatori Ama incrocerà le braccia.