Home NOTIZIE ATTUALITÀ Le palestre riaprono dopo 7 mesi: speranze e dubbi di proprietari e...

Le palestre riaprono dopo 7 mesi: speranze e dubbi di proprietari e clienti

MAXIMO APERTURA CENTRO COMMERCIALE VIA LAURENTINA PALESTRA MC FIT

Sette mesi dopo l’ultima volta, le palestre riaprono in Italia. A partire da oggi, nelle regioni in zona gialla, tornano a riempirsi le strutture, in anticipo rispetto all’iniziale tabella di marcia, che aveva fissato al primo giugno la data di riapertura.

Il governo, con il decreto approvato il 17 maggio, ha fissato le linee guida per la ripartenza delle palestre: sarà obbligatorio indossare la mascherina, tranne durante il momento specifico in cui si svolge attività̀ fisica sul posto.

Si dovrà inoltre arrivare in palestra già vestiti adeguatamente all’attività fisica, si dovrà mantenere la distanza minima di un metro, e di due durante l’attività fisica: “E’ necessaria anche la sanificazione ogni volta che si usa un attrezzo – fa sapere Gloria, istruttrice della palestra Azzurra di Roma – chi è in fase di allenamento deve stare senza mascherina, altrimenti a lungo andare rischia di incorrere in problemi. Ma tutti gli altri hanno l’obbligo di indossarla”.

A Roma i primi clienti iniziano a riempire le sale delle palestre, tra pesi e tapis roulant. La ripartenza è una ventata di fiducia per proprietari e responsabili delle strutture, anche se il momento rimane delicato: “Il periodo non è il migliore per aprire, perché giugno, luglio e agosto sono mesi nei quali gran parte della gente va in vacanza, oppure con il caldo non si allena. Però l’ottimismo di riprendere dopo tanti mesi di chiusura ci dà la carica”, dice a Radio Roma Gianni, il responsabile della palestra Azzurra di Roma.

Per i clienti invece il rientro in palestra segna, in parte, il ritorno alla normalità: “Noi giovani siamo stati penalizzati. Io che studio, ad esempio, trovo nella palestra una valvola di sfogo fondamentale per affrontare al meglio la quotidianità”.

Non tutte le palestre hanno deciso però di ripartire: il 30% delle strutture aspetterà tempi migliori. Il caldo da sempre segna il periodo in cui le sale pesi iniziano a svuotarsi, così molti proprietari aspetteranno settembre per riaprire le serrande.