Home NOTIZIE ATTUALITÀ Ristoranti aperti dopo Pasqua, il Governo è spaccato

Ristoranti aperti dopo Pasqua, il Governo è spaccato

CRISI ECONOMICA SETTORE RISTORAZIONE RISTORANTE NEL CENTRO DI ROMA DESERTO TAVOLI VUOTI RISTORANTI DESERTI

Andare al ristorante dopo Pasqua, si potrà oppure no? Mentre il governo discute sul nuovo decreto legge che, dopo la zona rossa dedicata alle festività, si occuperà delle nuove disposizioni, il grido di aiuto dei ristoratori rimane sempre attuale.

Quella della Pasqua sarà l’ennesima occasione mancata per la ripartenza, dopo il periodo natalizio e un settore, quello della ristorazione, ormai ridotto alla proverbiale acqua alla gola. Una piccola speranza è data dall’eventualità di riaprire le attività dal 7 aprile, quindi subito dopo le feste, almeno nelle regioni con dati sul contagio più confortanti.

Una partita che però è tutta da giocare: la variegata maggioranza di governo si spacca, con soprattutto il centrodestra e alcuni governatori regionali a spingere per la riapertura. Massima la prudenza invece chiesta da Pd, M5S e Leu. Al momento, quella che sembra prevalere è la linea dura del ministro della Salute Roberto Speranza, con un sostanziale accantonamento della zona gialla fino al termine di aprile.

Ma il dibattito potrebbe portare alla scelta di una via mediana, con lo studio di un meccanismo per permettere, fra il 15 e il 20 aprile, di allentare le restrizioni. L’eventuale riapertura, in questo caso, riguarderebbe non solo bar e ristoranti ma anche teatri e cinema, fino alla scadenza dello stato di emergenza prevista per il 30 aprile.