Home NOTIZIE CRONACA Covid, l’impennata di contagi che angustia il Paese non risparmia il Lazio:...

Covid, l’impennata di contagi che angustia il Paese non risparmia il Lazio: a Roma 700 nuovi casi

Basti pensare che nelle ultime 24 ore gli attualmente positivi (404.664), sono cresciuti di ben 8.521, per spiegare le dimensione di un’impennata  che, complici le varianti, sta seriamente preoccupando i sanitari.

Inoltre alla luce dei 325.404 ‘tamponi misti’ (molecolari ed antigienici) effettuati, sono stati individuati ben 20.499 nuovi contagio che hanno fatto schizzare l’indice di positività al 6,3%.

Continua a mostrare numeri impressionanti la Lombardia, ancora la regione maggiormente più colpita, con addirittura 4.557 nuovi casi. Sempre ‘alte’, seguono l’Emilia Romagna (2.575), e la Campania (2.519). Oltre i mille casi invece il Lazio (1.539), il Piemonte (1.526), la Toscana (1.254), il Veneto (1.174), e la Puglia (1.104).

Sul fronte delle vittime, nelle ultime 24 ore sono state 253, numero che porta a 97.227, il totale delle vittime dall’inizio dell’emergenza.

Continuano a salire anche gli ingressi nelle terapie intensive dove (per effetto della media nazionale), con i +26 da ieri, attualmente sono 2.194 i pazienti assistiti.

Stesso trend anche anche nei reparti ordinari ospedalieri, dove con i 35 nuovi ingressi, ora sono 18.292 quanti ricoverati con sintomi.

Nel frattempo sono ancora 384.178 gli italiani costretti a rimanere chiusi nelle loro case per effetto dell’isolamento domiciliare.

L’unica positiva è dettata dal quotidiano numero dei nuovi guariti (ad oggi complessivamente (2.387.032), da ieri altri 11.714).

Covid Lazio: a Roma 700 nuovi casi salgono. Nuova zona rossa in Ciociaria

Seppure con proporzioni differenti, anche il Lazio accusa l’impennata di contagi che sta interessando il Paese intero. Nello specifico, come ha informato oggi l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.539 nuovi contagi e 19 vittime. “Oggi – ha esordito D’Amato –  abbiamo 639 casi in più rispetto a venerdì scorso. La zona gialla aumenta le responsabilità, guai ad abbassare la guardia“. Premesso che sempre da ieri i guariti sono stati 1.082, l’assessore ha spiegato che “Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%”.

Ecco la situazione dei contagi e dei decessi nelle Asl romane

Preoccupa invece la situazione nella Capitale dove, aggiunge, “I casi a Roma città sono saliti a quota 700”. Quindi, permettendo che si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto, entrando nello specifico:

Asl Roma 1 – 275 i nuovi casi  e 1 decesso con patologie.

Asl Roma 2 – 339 i nuovi casi e 2 decessi (81 e 91 anni con patologie).

Asl Roma 3 – 118 i nuovi casi e 3 decessi (60, 81 e 84 anni con patologie).

Asl Roma 4 – 120 i nuovi casi e 2 decessi (81 e 83 anni con patologie).

Asl Roma 5 – sono 106 i nuovi casi e 1 decesso (79 anni con patologie).

Asl Roma 6 – 176 i nuovi casi e un decesso (64 anni con patologie).

Ecco la situazione relativa alla campagna di vaccinazione nel Lazio

Come ha tenuto ad informare l’assessore regionale alla Sanità, ad oggi nel Lazio, hanno avuto luogo 399.361 vaccinazioni contro Covid-19 e, ha anticipato D’Amato, “Dal primo marzo al via le vaccinazioni dai medici di medicina generale: si partirà dai nati nell’anno 1956 (65 anni) con il vaccino AstraZeneca. Prevediamo una partenza lenta a causa della mancanza dosi di vaccino“.

La situazione sanitaria nelle Asl delle province laziali

 L’assessore regionale alla salute (nella foto), ha inoltre specificato che ”Nelle province si registrano 405 casi e sono quattro i decessi nelle ultime 24 ore. Anche qui, premesso che si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto:

Asl di Latina – 96 i nuovi casi e un decesso (81 anni con patologie).

Asl di Frosinone – 220 i nuovi casi e 2 decessi (72 e 85 anni con patologie).

Asl di Viterbo – 56 i nuovi casi e nessun decesso registrato.

Asl di Rieti – 33 i nuovi casi e un decesso (75 anni con patologie).

La situazione in Ciociaria, dove è stata istituita una nuova zona rossa

D’Amato ha infine annunciato che è stata istituita una “Nuova zona rossa nel comune di Momte San Giovanni Campano, nel frusinate, a causa di un’alta incidenza del numero dei casi. Le misure scatteranno dalle ore 00.01 del 27 febbraio per i 14 giorni successivi, ma – avverte D’Amato – l’intera Ciociaria è sotto osservazione“. Nel frattempo “Sono prorogate le misure nel comune di Roccagorga (Latina) per ulteriori 7 giorni“.

Ecco nel dettaglio la situazione nelle regioni italiane

Max