Home PRIMO PIANO Lazio, piano vaccini: l’8 febbraio si parte con gli over 80. In...

Lazio, piano vaccini: l’8 febbraio si parte con gli over 80. In arrivo AstraZeneca per gli under 55

La Regione Lazio ha rimodulato ieri il piano vaccinale. Il nuovo programma è stato discusso in un incontro tra l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, e la Federazione dei medici di medicina generale. Come previsto lunedì 8 febbraio (con una settimana di ritardo) partirà la fase 2 con la somministrazione agli over 80. Il ritmo sarà di 3.700 iniezioni al giorno e dovrebbe terminare a fine aprile. Dopo “un avvio in salita” del sito per le prenotazioni, circa “un anziano su due” ha prenotato la vaccinazione anti-Covid.

Covid, vaccino AstraZeneca per gli under 55

Tra le novità della strategia, dopo l’ok dell’Agenzia italiana del farmaco, c’è l’arrivo di AstraZeneca per gli under 55. Entro il 15 febbraio sono attese 100mila dosi. 300mila in sei settimane. Il siero anglo-svedese verrà inoculato dai medici di base (circa il 30% in regione ha aderito al bando) e ogni studio medico avrà a disposizione 50 fiale a ogni consegna. Non ci sarà, però, alcuna priorità per le categorie individuate dal ministero della Salute, ma si procederà per fasce d’età: da 55 anni a scendere.

Lazio, lo strappo per Sputnik

Tutto, però, dipenderà dalle consegne dei vaccini. All’Istituto Spallanzani è una corsa contro il tempo per effettuare 700 richiami entro i 21 giorni dalla prima somministrazione. Un appuntamento che stava per saltare a causa dei ritardi di Pfizer. Per questo la Regione Lazio vuole accelerare con il vaccino russo Sputnik, la cui efficacia è stata riportata in via preliminare dalla rivista Lancet. “L’Aifa è troppo lenta – ha tuonato D’Amato – siamo in emergenza e si aspettano due mesi per autorizzare un vaccino. Noi cercheremo di acquistare dosi aggiuntive, anche di Sputnik”.