Home PRIMO PIANO Casal Bruciato, spari sulla porta di una 40enne in casa con i...

Casal Bruciato, spari sulla porta di una 40enne in casa con i figli: preso un uomo. Caccia a due complici

Vecchie ruggini tra la famiglia della donna e alcuni soggetti legati ad un’associazione culturale del quartiere. Sembrerebbe questo il motivo che ha portato tre uomini ad aprire il fuoco sulla porta di casa di una 40enne. L’episodio i cui contorni sono ancora da delineare è successo martedì scorso in via Gian Bistolfi a Roma zona Monti Tiburtini. La donna in casa con i suoi due figli, sentiti i colpi di pistola esplosi contro la porta d’ingresso dell’appartamento spaventata è scappata dalla finestra.

Da una prima ricostruzione fatta dagli investigatori del commissariato S.Ippolito, diretto da Roberto Cioppa, utilizzando i reperti della Polizia Scientifica e le informazioni raccolte nel corso del primo intervento da parte degli agenti della Sezione Volanti, sembrerebbe che l’aggressione sia scaturita per vecchi dissapori tra la famiglia della donna e alcuni personaggi legati ad una associazione culturale ubicata nei pressi della sua abitazione.

Attraverso la visione di immagini di telecamere di videosorveglianza, i poliziotti sono riusciti ad identificare i responsabili dell’atto, di cui due, un uomo ed una donna al momento risultano irreperibili. Il terzo, un 37enne romano è stato invece rintracciato e denunciato per tentato omicidio, minacce aggravate, danneggiamento aggravato. Proseguono le ricerche degli altri responsabili.