Home NOTIZIE SPORT Derby vista Champions, le romane si preparano così alla stracittadina

Derby vista Champions, le romane si preparano così alla stracittadina

Il Presidente Sergio Mattarella con Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, in occasione dell'incontro con le squadre finaliste della TIM CUP 2019

Il derby vista Champions inizia solo con una settimana d’anticipo. E questa volta non è la solita frase fatta che i tecnici ripetono ogni anno per tenere alta la concentrazione dei loro uomini. La stracittadina romana assorbe energie mentali e nervose, è la partita della stagione e nella testa di staff e giocatori inizia sempre almeno un mese prima.

Questa volta però è stato diverso perché sia Lazio che Roma avevano altro a cui pensare. La squadra di Fonseca si è giocata tanto nella gara con l’Inter. Alla fine i giallorossi non si sono fatti male ma hanno rischiato in più occasioni di cadere. Un po’ per la voglia dell’Inter, un po’ perché Fonseca ha faticato a capire dove la sua squadra stava faticando e dove sarebbe dovuto intervenire prima.

Ci ha pensato Mancini a risolvere la situazione portando nelle casse giallorosse un punto importante che tiene Dzeko e compagni attaccati al treno delle primissime posizioni. Qualche scricchiolio può far pensare in vista della sfida di venerdì, ma la capacità di rimanere in partita e acciuffarla anche in difficoltà conferma che questa Roma è viva e può puntare veramente in alto.

Aveva bisogno di conferme anche la Lazio, arrivate puntualmente in un Tardini mai avverso alle ambizioni biancocelesti. Nello stadio del Parma la Lazio aveva perso solo una volta negli ultimi 11 precedenti, il filone positivo si è ripetuto anche ieri. E il risultato avrebbe potuto essere ancora più largo.

Ad Inzaghi basta il 2-0 per avvicinare il quarto posto, obiettivo stagionale, e confermare il buon momento di forma. Con il Parma è arrivata la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta all’Olimpico contro la Fiorentina. Non è stata una passeggiata: nonostante le quattro sconfitte di fila il Parma, ritrovato D’Aversa in panchina dopo l’esonero di Liverani, ha ritrovato in parte fiducia e geometrie. La superiorità tecnica della Lazio alla fine ha però avuto la meglio. Venerdì, una di fronte all’altra, si troveranno due squadre in salute. E come al solito il derby dirà molto della stagione delle romane.